Home Arte Psicologia Sport News
Home
Arte
Psicologia
Sport
News
Perché il mod..
Linguaggio Aut..
Come si fa..
Ecco i..
L'Impressionismo
I madrelingua
Leonida. Mito o realtà
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 


I madrelingua: scelta giusta o sbagliata nello studio di una lingua?


Immagine presa dal sitowww.lestgroup.com

Tutti noi almeno una volta nella vita (anche due, tre o quattro) ci siamo cimentati nello studio di una lingua, inglese, francese o russa che sia.
A scuola siamo obbligati a studiarla, ma molte volte, come è successo a me con l’inglese prima, ed il russo poi ho iniziato a studiare le lingue con il fai da te.
Ho cominciato sempre con tanta voglia, e tanta passione nello studio di una lingua, ma dopo circa un mese si comincia a perdere colpi. Può capitare che un giorno non si può studiare, e ciò determina un effetto a catena, dove passano i giorni ed i mesi e la lingua non si impara più. Si cerca a riprendere il ritmo, ma proprio non va. Ormai non c’è più voglia ad iniziare da capo, si è già svogliati prima di aprire il libro, e ciò determina la carenza, di cui siamo famosi noi italiani con le lingue.
Molti di voi leggendo questo articolo diranno “se lo studi da solo è normale che la passione svanisce” oppure “non ci sono le competenze a studiarlo da solo”. Posso continuare all’infinito con queste dichiarazioni, ma il problema è un altro, la voglia passa anche in corsi pagati, o a scuola.
Proprio così. Lo sapete!
Ora non so se le istituzioni si sono posti il problema, (a me non sembra), ma in Italia su questo punto siamo all’età della pietra, basta guardare come nessun conduttore (forse l’unico è Paolo Bonolis) parla inglese!
Bhé lasciatemelo dire, questa è proprio una vergogna.
Io il problema, giusto o sbagliato che sia, me lo sono posto.
Ho individuato dei punti su cui bisogna lavorare. Ma bisogna farlo in fretta. La vita è breve.
Io li raggruppo così:
1-Sbagliato studiare con i madrelingua
2-Sbagliato studiare la grammatica
3-Sistema informativo (Radio e TV) povero
4-Istruzione scolastica non all’altezza
 
Questi a mio avviso sono dei punti chiave.
Ora li analizzeremo punto per punto.
Perché come dice il titolo di questo articolo, studiare con i madrelingua non è la scelta giusta?
La risposta è semplice. Perché non si è capaci di insegnarla. Ciò vale anche per noi italiani, non siamo capaci a insegnare l’italiano.
Parliamoci chiaro, quanti di noi, sanno che nella lingua ita-liana ci sono le declinazioni? Quanti noi sanno fare la distinzione fra cadere e piangere?
Ecco, questi sono dei piccoli esempi, anche banali, di come non sia semplice per un nativo insegnare la propria lingua.
Anche se con una preparazione scarsa, siamo più preparati ad insegnare l’inglese o il francese piuttosto che l’italiano.
Poi se aggiungiamo che quando si cerca di imparare, la prima cosa che facciamo, è passare dalla grammatica, allora il cerchio si chiude.
Si dice che un inglese non conosce più del 20% della gram-matica, idem per un italiano o francese. Poi la cosa si fa strana quando ci si accorge che un italiano con un livello di inglese A2 sa più grammatica rispetto ad un londinese o statunitense.
Allora la grammatica non serve? O meglio serve, ma non così approfondita.
L’altro punto, cioè sistema informativo povero, vuol dire che non c’è un canale televisivo italiano (Rai Scuola non lo considero) che faccia vedere film in lingua originale, o spettacoli televisivi in inglese, cartoni o quant’altro. Ci vorrebbero 10 o più reti su questo sistema.
Questo è importante, perché, per imparare una lingua, la prima cosa da fare è circondarsi di inglese, la seconda è fare dialogo, e qui viene il bello, non con i madrelingua, ma con persone italiane, russe polacche ecc. Se ci fate caso, se qualcuno sente parlare Antonio Conte, allenatore della squadra londinese del Chelsea, quando parla in inglese, le parole vengono scandite bene, e delle volte, anche se sia-mo ignoranti, riusciamo a capire ciò che dice.
Sicuramente lo avrete notato. Quando invece sentite una cantante americana (mamma mia!!) non si capisce nemmeno una parola.
Ecco la differenza sostanziale con i madrelingua.
Per quanto concerne l’istruzione, possiamo affermarlo, quanti di noi hanno avuto professori coinvolgenti e preparati?
Lascio a voi i commenti…

 

 
Site Map